equilibrio acido-basico
L’equilibrio acido-basico nel nostro organismo

Una delle funzioni fondamentali del nostro organismo è la regolazione del pH. Il corpo umano è stato progettato alcalino, ma fenomeni quali stress, cattiva alimentazione e inquinamento (ambientale, da fumo, da farmaci) causano il deposito di rifiuti acidi tossici che secondo molti esperti sono i principali responsabili di disturbi fisici e dell’invecchiamento precoce. L’organismo umano tende a contrastare naturalmente l’acidificazione corporea attraverso l’autodepurazione che può assumere varie forme, fra cui: mal di testa, diarrea, eruzioni cutanee, depositi di grasso, catarro, infiammazioni, ecc.
Attività fisica e una dieta alimentare a base di alimenti alcalinizzanti (tipicamente frutta e verdura) spostano l’equlibrio corporeo verso lo stato alcalino ottimale favorendo un maggiore vigore fisico, lucidità mentale, maggiore energia e un innalzamento delle difese immunitarie. Ma uno dei metodi migliori e più immediati, secondo il parere di molti esperti, per equilibrare l’organismo e aiutarlo a drenarsi e depurarsi dalle scorie acide accumulate, visto che il nostro corpo è composto dal 70% di acqua, è bere acqua alcalina.

acqua alcalina
Significato di acqua alcalina

Il pH è un parametro chimico che esprime il grado di acidità o alcalinità di ogni sostanza. La scala del pH si estende da un valore 0 a un valore 14. Una soluzione si dice alcalina (o basica) se il suo PH è superiore a 7 e acida se inferiore a 7. Il 7 indica pH neutro. Tecnicamente il pH esprime la concentrazione degli ioni idrogeno e la scala pH è una scala logaritmica in base 10, nella quale ogni salto di unità rappresenta una concentrazione di ioni 10 volte differente. Vale a dire che una sostanza, ad esempio, con pH 5 è 10 volte più acida di una con pH 6; una con pH 8 è 10 volte più alcalina di una con pH 7.
Il pH ottimale dei nostri fluidi corporei deve essere alcalino, come ad esempio quello del sangue che dev’essere rigorosamente compreso fra un valore alcalino di 7,3 e 7,5. Inoltre come affermano molti studiosi e scienziati le cellule del nostro organismo nascono alcaline e muoiono acide. Invertire l’acidità corporea, significa quindi, in un certo senso, invertire il processo di invecchiamento.

ionizzazione e ORP negativo
Significato di ionizzazione e ORP negativo

L’acqua ionizzata alcalina può essere definita “viva” perchè ricca di ioni negativi dall’alto potenziale energetico antiossidante.
Tra tutte le caratteristiche dell’acqua una delle più interessanti è proprio la ionizzazione. La ionizzazione è un fenomeno in cui le molecole o gli atomi di una sostanza non sono stabili e tendono a cedere o a ricevere cariche elettriche positive o negative (protoni o elettroni).
E’ qui che entrano in gioco gli antiossidanti e la loro funzione è proprio quella descritta dal nome: ostacolano il processo di ossidazione causato da molecole o atomi instabili detti ossidanti o radicali liberi. I radicali liberi sono un normale sottoprodotto dei processi di digestione e respirazione, oppure si formano in conseguenza dell’assunzione di vari farmaci, del fumo o a causa di fattori dovuti all’inquinamento ambientale. I radicali liberi, in quanto chimicamente instabili a causa di un insufficiente numero di elettroni nell’orbita esterna, viaggiano nel nostro organismo alla ricerca di elettroni da sottrarre ad un altro atomo o molecola, pregiudicando la materia sana con cui vengono a contatto e provocando quindi danni a cellule e tessuti.
Mentre gli ossidanti o radicali liberi sono privi di un elettrone, gli antiossidanti ne hanno uno in più nell’orbita esterna, che sono in grado di “cedere” compensando il potenziale distruttivo dell’ossidante. Il radicale libero viene neutralizzato arrestando così ogni ulteriore danno ossidativo. Questa capacità è definita potenziale di ossidoriduzione (ORP) o potenziale redox e si esprime in millivolt (mV). Un valore positivo indica potenziale di ossidazione, mentre uno negativo potenziale di riduzione (potere antiossidante).
Il corpo produce autonomamente gli antiossidanti, ma questa capacità di combattere i radicali liberi tende a ridursi con l’età. Una sana alimentazione ricca di antiossidanti, soprattutto frutta e verdura, permette di irrobustire il sistema immunitario contro malattie e infezioni. Una spremuta di arancia ricca di vitamina C, ad esempio, ha un valore di ORP attorno ai -50 mV. Ma per quanto riguarda il potenziale redox, la sostanza che tuttavia raggiunge i maggiori valori di ORP è senz’altro l’acqua ionizzata alcalina. Rispetto all’acqua di rubinetto, che presenta valori di ORP solitamente compresi tra +150 e +400 mV, l’acqua ionizzata con il filtro depHura ha un valore di ORP che può raggiungere i -700 mV. In altre parole ha un alto potenziale antiossidante, grazie all’eccezionale quantità di elettroni liberi che contiene, tutti pronti a essere ceduti. L’acqua è capace di permeare tutto il nostro corpo molto velocemente donandoci importanti effetti positivi.

dephura - bicchiere e arance
Bibliografia
Bibliografia sull’acqua alcalina
I benefici dell’acqua alcalina di Johnson Ben - Edizioni Il punto d’Incontro 2013
Invertire l’Invecchiamento di Whang Sang - Macro Edizioni 2006
Il miracolo del pH alcalino di Young Robert e Shelley Young - Bis Edizioni 2010
Alcalinizzatevi e Ionizzatevi altrimenti invecchierete e morirete prima di Theodore A. Baroody e Rocco Palmisano - Bis Edizioni 2012